Home News SHC Conference 2012: la IEA presenta la roadmap su riscaldamento e raffrescamento solare
SHC Conference 2012: la IEA presenta la roadmap su riscaldamento e raffrescamento solare PDF Stampa E-mail
Venerdì 20 Luglio 2012 07:34

Si è tenuta a San Francisco dal 9 all’11 luglio la prima Conferenza internazionale sul riscaldamento e raffrescamento solare negli edifici e nell'industria (SHC Conference 2012).

Nel corso dell’evento, Paolo Frankl, capo della divisione energie rinnovabili dell’International Energy Agency (IEA), ha presentato il rapporto sul riscaldamento e raffrescamento  solare.

Secondo l’Agenzia, le diverse applicazioni del solare termico, anche se alcune sono ancora poco sfruttate, nel lungo periodo potrebbero sostituire in modo significativo i combustibili fossili nel riscaldamento e raffrescamento degli edifici e nei processi industriali.

Il rapporto descrive un’ampia gamma di tecnologie, dagli impianti per la produzione di ACS – una tecnologia ormai matura – al solar cooling, che invece è ancora in una fase di sperimentazione. La Roadmap stima un livello di sviluppo e diffusione della tecnologia solare termica per la produzione di calore e freddo al 2050 che coprirà più del 16% dei consumi finali di  energia per la produzione di calore alle basse temperature (16,5 EJ, pari 4583 TWh termici e 394 Mtep) e quasi il 17% (1,5 EJ) dei consumi finali di energia per il raffreddamento.

L’Agenzia sostiene, inoltre, che "un quadro legislativo stabile e di lungo periodo” giocherà un ruolo chiave nel prossimo decennio, nel dispiegare il grande potenziale della produzione di calore e freddo con il solare termico. Quindi, invita i governi a creare un clima favorevole per gli investimenti nel settore con politiche stabili e di lungo periodo, e ad incentivare lo sviluppo tecnologico del settore investendo maggiormente in attività di R&S.

Per maggiori informazioni www.iea-shc.org

Vedi anche news del 17 Maggio 2012

 

Accesso riservato

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Assolterm

Ricevi HTML?